Progetto selezionato al FIDlab Marseille, vincitore del Fondo di Sviluppo Italia-Francia.

SINOSSI

A Venezia, tra gondole, canali e palazzi che sprofondano sempre più nella laguna, i turisti entrano e i residenti vanno via. La popolazione locale della città è ormai sotto i 50.000 abitanti, meno delle persone che ogni giorno la visitano.
Esiste quindi un mondo parallelo dove i veri veneziani resistono. Dove gli adolescenti, che appartengono a questa strana comunità che vive sull’acqua, cercano la propria strada per diventare adulti. Il mezzo che usano è il Barchino. Come se fossero dei motorini, i ragazzi lo usano per ‘truccarlo’, ‘customizzarlo’ con luci a led incredibili, montarci impianti stereo, subwoofer e motori di potenza inaudita che gli permettono di correre sulla laguna e di vivere la loro età liberamente.
Sono questi i nostri protagonisti, sono loro che si sfideranno in una delle tante corse illegali di barchini nella laguna, sono due di loro che rischieranno la vita per conquistare il cuore di una ragazza mentre, inseguiti dalle forze di polizia, puntano la prua verso la Serenissima.

 

L’AUTORE

Yuri Ancarani (Ravenna 1972) è un video artista e film-maker, le sue opere nascono da una continua commistione fra cinema documentario e arte contemporanea, e sono il risultato di una ricerca spesso tesa ad esplorare regioni poco visibili del quotidiano, realtà in cui l’artista si addentra in prima persona.
I suoi lavori sono stati presentati in importanti mostre e musei nazionali ed internazionali, tra cui: 55 Biennale di Venezia, Museo MAXXI (Roma), Museo Marino Marini (Venezia), R. Solomon Guggenheim Museum (New York); Galleria ZERO (Milano). E festival di cinema come:  Mostra del Cinema di Venezia, IFFR Rotterdam, IDFA, Hot Docs, Cinéma du Réel, Full Frame Documentary Festival. Ha inoltre ricevuto il Premio speciale della giuria CINÉ+ Cineasti del presente, 69° Locarno Film Festival (Locarno, Svizzera); cinque nominations ai Cinema Eye Honors (New York, USA); Talent Prize 2012; “Grand Prix in Lab Competition”, Clermont-Ferrand Film Festival.

CREDITS

Regia: Yuri Ancarani
Suono: Mirco Mencacci
Musica: Lorenzo Senni, Francesco Fantini
Prodotto da: Dugong Films (IT), Luxbox (FRA)